Principale Servizi Salute e Sicurezza sul Lavoro Salute e sicurezza nei luoghi di lavoro - D.Lgs. 81/2008
Salute e sicurezza nei luoghi di lavoro - D.Lgs. 81/2008

Salute e sicurezza nei luoghi di lavoro

Non si deve morire per lavoro! Negli ultimi anni si sono verificati diversi casi di infortuni mortali o gravemente menomanti a causa di incidenti sul lavoro in agricoltura, in edilizia, metalmeccanica, ma anche in settori comunemente ritenuti meno pericolosi come aziende di commercio  e distribuzione.
Gli infortuni, anche se in alcuni anni sono in diminuzione, sono sempre troppi; l’aumento della produzione e lo sviluppo economico non devono far pagare prezzi così alti alla salute ed alla vita dei lavoratori.
Le Aziende USL e le Direzioni Provinciali del lavoro effettuano interventi di controllo e vigilanza, ma non sono i controlli che devono spronare ad adeguarsi; occorre una maggiore responsabilità del datore di lavoro nel garantire il rispetto delle norme: ambienti sicuri, macchine sicure, sistemi di prevenzione incendi, corsi formativi, gestione aziendale efficiente ed efficace. Solo in questo modo l’imprenditore potrà aumentare realmente la produttività e qualificare la propria azienda.

CHI È SOGGETTO ALL'APPLICAZIONE DEL D.Lgs. 81/2008 ?

L'art. 3 del D.Lgs. 81/2008 fissa il campo di applicazione della normativa: si applica a tutti i settori di attività, privati e pubblici, e a tutte le tipologie di rischio.
Esistono alcune regolamentazioni particolari solo in casi speciali (forze armate, università,…). Quindi non sono previste deroghe per le aziende che impiegano personale stagionale, né per le strutture societarie e/o cooperative che ricorrono al lavoro dei soci: tutti sono tenuti ad applicare le normative di sicurezza sui luoghi di lavoro.
Le norme di tutela devono essere prestate a tutti i lavoratori e lavoratrici, subordinati e autonomi, nonché ai soggetti ad essi equiparati, a prescindere dal tipo di contratto applicato (apprendisti, a progetto, di somministrazione, a domicilio, …). La normativa viene comunque applicata in maniera differenziata secondo tali specificità.

Il datore di lavoro è la figura in capo alla quale ricadono le principali responsabilità circa l'applicazione della legge. Per datore di lavoro si intende il titolare del rapporto di lavoro con il lavoratore o, comunque, il soggetto che ha la responsabilità dell'impresa ovvero dell'unità produttiva di beni o servizi ed è titolare dei poteri decisionali e di spesa.
Nelle pubbliche amministrazioni il datore di lavoro è il dirigente al quale spettano i poteri di gestione, oppure il funzionario senza qualifica dirigenziale, ma preposto ad un ufficio avente autonomia gestionale.

Il D.Lgs. 626/1994 non esiste più, infatti il D.Lgs. 81/2008, composto da 306 articoli (suddivisi in 13 titoli) e da 51 allegati tecnici, ha abrogato le seguenti disposizioni di legge:

  • il D.P.R. 27 aprile 1955, n. 547;
  • il D.P.R. 7 gennaio 1956 n. 164;
  • il D.P.R. 19 marzo 1956, n. 303, eccetto l’art. 64;
  • il D.Lgs. 15 agosto 1991, n. 277;
  • il D.Lgs. 19 settembre 1994, n. 626; 
  • il D.Lgs. 14 agosto 1996, n. 493; 
  • il D.Lgs. 14 agosto 1996, n. 494; 
  • il D.Lgs. 19 agosto 2005, n. 187; 
  • l’art. 36-bis, commi 1 e 2 del decreto legge 4 luglio 2006 n. 223, convertito con modificazioni dalla legge 5 agosto 2006 n. 248;
  • gli artt. 2, 3, 5, 6 e 7 della legge 3 agosto 2007, n. 123.

COME ADEGUARSI ?

Il datore di lavoro, per migliorare le condizioni della sicurezza e della salute dei lavoratori deve attivare numerose azioni. Le principali sono:

  • nominare il Responsabile del servizio di prevenzione e protezione (RSPP) in possesso di specifici requisiti (titolo di studio, corsi di specializzazione, aggiornamento periodico,…);
  • nominare e formare gli addetti alla gestione delle emergenze (lotta antincendio e pronto soccorso);
  • valutare tutti i rischi reali e potenziali esistenti ed adottare opportune misure di prevenzione e protezione (tale verifica deve essere periodicamente ripetuta), ed in particolare:
    • i rischi dall'esposizione agli agenti fisici (rumore, vibrazioni, campi elettromagnetici, radiazioni ottiche,…);
    • i rischi dall'esposizione ad sostanze pericolose (agenti chimici, amianto, cancerogeni);
    • i rischi dall'esposizione ad agenti biologici;
    • i rischi di esplosione (ATEX) e la valutazione dei rischi di incendio;
  • definire un piano programmatico degli interventi in relazione ai rischi evidenziati nel documento di valutazione, per garantire il miglioramento nel tempo dei livelli di sicurezza;
  • fornire ai lavoratori idonei dispositivi di protezione individuali (DPI), informazioni scritte sui rischi e sulle procedure di lavoro, piani di emergenza, ecc., con formalizzazione dell'avvenuta consegna ai medesimi;
  • predisporre l’idonea segnaletica di salute e sicurezza negli ambienti di lavoro;
  • formare, informare ed addestrare i lavoratori su tutti i rischi presenti in azienda tramite corsi specifici e periodici;
  • nominare, se necessario, il medico competente;
  • svolgere la riunione periodica in materia di prevenzione e protezione dai rischi;
  • individuare e mantenere correttamente impianti, macchine ed attrezzature di lavoro;
  • ecc…

L'attivazione di tali misure è indispensabile per non incorrere in gravi sanzioni ed in reati tutti perseguiti penalmente, ma soprattutto per migliorare le condizioni di lavoro e la sicurezza dei propri collaboratori e/o dipendenti. Attenzione: chi avesse già svolto gli adempimenti previsti dal D.Lgs. 626/1994 (ora abrogato) deve svolgere comunque anche i nuovi adempimenti del D.Lgs. 81/2008. Talune violazioni in materia di salute e sicurezza sul lavoro inoltre comportano l’immediata sospensione dell’attività imprenditoriale e delle autorizzazioni e/o concessioni rilasciate dalle amministrazioni pubbliche.

I SERVIZI DI ELIOS INGEGNERIA

ELIOS INGEGNERIA offre un check up iniziale gratuito: esso consiste in una visita presso la Vostra sede, durante la quale i nostri professionisti definiscono il quadro generale della Vostra situazione, individuando gli adeguamenti obbligatori per legge. Sulla base del sopralluogo di cui sopra vengono offerti i seguenti servizi: 

  • Assistenza per nomine e comunicazioni: nomina del Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP), degli addetti alla gestione delle emergenze, nomina del medico competente, formalizzazione dell’avvenuta consegna dei Dispositivi di Protezione Individuale, ecc.
  • Assunzione ruolo di RSPP esterno: i nostri tecnici hanno i requisiti per svolgere il ruolo di RSPP esterno.
  • Documenti: redazione di qualsiasi documento di valutazione dei rischi.
  • Informazione, Formazione ed Addestramento: corsi di informazione, formazione ed addestramento per i lavoratori e gli incaricati alla gestione delle emergenze, nonché per l’impiego di particolari attrezzature di lavoro.
  • Assistenza: attività di assistenza annua riguardante tutta la normativa in materia di sicurezza e salute sul lavoro e comprensiva di sopralluoghi periodici, aggiornamento della documentazione, invio di circolari informative, consulenza nei rapporti con gli Organi di Vigilanza, supporto tecnico continuativo per risolvere i problemi e i dubbi del Cliente.

Scaricate la nostra scheda di questo servizio